Come pulire la zanzariera plissettata? Finalmente la risposta

pulire la zanzariera plissettata

Come pulire le zanzariere? Tutto ciò che devi sapere

Le zanzariere svolgono una funzione essenziale soprattutto in estate. Lasciare arieggiare casa senza essere invasi da zanzare e altri insetti è un piacere, ma inevitabilmente le zanzariere vengono regolarmente ostacolate dalla polvere, detriti, pollini e foglie che provengono da fuori.

Le zanzariere riparano inoltre gli interni anche dalla polvere o dallo smog, se abiti in una zona trafficata. Questo significa però che raccolgono molto sporco su di loro, quindi almeno una o due volte l’anno è necessario lavare le zanzariere in casa.

La maggior parte di questi dispositivi sono inoltre piuttosto fragili e quando arriva il momento di pulirle, ecco che si presentano i problemi.

Come pulire le zanzariere a rullo

Le zanzariere a rullo avvolgibili o scorrevoli – cioè chiuse tirandole verticalmente o orizzontalmente e fissate con una calamita – oltre ad essere scomode sono anche piuttosto difficili da pulire, poiché sono fisse e non possono essere rimosse.

Dovrai rimuovere polvere e accumuli con la spazzola, spostare gradualmente la polvere, assicurandoti che non ci siano detriti di dimensioni sufficienti per bloccare la zanzariera.  

Inoltre la rete è delicata, perché rischi non solo di romperla, ma anche di allentare la tua zanzariera rendendola inoperante. Bisogna procedere quindi con estrema cautela.

Come pulire le zanzariere a telaio 

Le zanzariere a telaio integrato sono forse più facili da pulire rispetto a quelle a rullo in quanto c’è più margine di manovra, nonostante siano sicuramente poco comode perché non permettono ad esempio di uscire su un balcone senza doverle smontare completamente.

Anche qui però il processo è meticoloso: dovrai rimuovere gli schermi dalla loro sede e, anche in questo caso, pulire prima le guide, rimuovendo ogni traccia di polvere e detriti.  Per quanto riguarda la pulizia della zanzariera, insaponare la rete delicatamente – con una spugna imbevuta di acqua e detersivo per sciogliere ogni traccia di sporco. Quindi risciacqua con acqua tiepida, regolando il getto in modo che non sia troppo aggressivo per non rovinare la delicata rete.

Come pulire le zanzariere plissettate

Lo abbiamo già detto: le zanzariere, destinate a porte e finestre, costituiscono delle vere e proprie barriere contro i tentativi di intrusione degli insetti in ogni interno. SharkNet produce zanzariere plissettate che apportano notevoli vantaggi anche nella pulizia per aiutarti nella scelta.

Come si pulisce la zanzariera plissettata?

Abbiamo raccolto un vademecum dei metodi più efficaci dei nostri clienti TOP.

Una delle principali osservazioni che viene fatta dalla signora Maria è che lo sporco rischia di depositarsi tra le pieghe della rete in maggiore quantità rispetto alle zanzariere con il “telo dritto”.

È assolutamente vero che la zanzariera si sporca: come qualsiasi oggetto che “vive” dentro la casa ed è, soprattutto, a contatto con il mondo esterno diventa facile preda di polvere, sporco e polline specialmente nel periodo tra aprile e luglio.

Tutte le nostre zanzariere plissettate:

  1. Possono essere esposte tranquillamente all’aria aperta e prendere volumi impressionanti di pioggia senza che ci sia il rischio della rottura come per le altre zanzariere.
  2. Possono essere lavate e pulite ogni volta come se fosse una camicia o un vestito che indossi tutti i giorni.
  3. Il trattamento speciale della nostra rete va a respingere la polvere garantendoti una durata più lunga.

Come stiamo ripetendo da tempo, la rete Idroscreen gode di queste proprietà che nessun’altra zanzariera può offrirti!

Per cui andiamo a vedere 3 metodi veloci per pulire le zanzariere plissettate, anche quelle molto sporche:

·      Pulire regolarmente la guida a pavimento  

Questa è un’operazione fondamentale da fare costantemente: esattamente nella stessa maniera in cui la signora Maria esegue le pulizie di routine del pavimento di casa sua può fare con la guida della sua zanzariera plissettata. Passando costantemente la scopa elettrica in questa fenditura si riesce a rimuovere tutto lo sporco che vi si deposita nel corso del tempo; se questa operazione diventa sistematica nella pulitura di casa, i detriti non si accumuleranno e il processo sarà facilitato e l’emivita della zanzariera allungata. 

Come hai letto sopra, la rete SharkNet respinge la polvere sia all’esterno che all’interno facilitando la pulizia della signora Maria, senza dover andar a strofinare a fondo la rete anche se entra molto sporco dall’interno.

·      Non utilizzare grassi, oli, acidi e solventi 

La rete SharkNet è caratterizzata da fili di poliestere come qualsiasi vestito che utilizzi e lavi nella vita di tutti i giorni. Per cui utilizzeresti un acido o un solvente sulla tua miglior camicia? Esatto, assolutamente no. 

Nonostante questo materiale sia decisamente molto resistente agli agenti chimici è meglio utilizzare un sapone neutro per evitare di danneggiarlo e ridurre le sue peculiarità che sono molteplici. La fibra di poliestere, infatti, è resistente allo strappo, alle muffe e batteri e ha una bassa capacità di assorbimento delle molecole d’acqua presenti nell’ambiente, il che facilita l’asciugatura rapida. Attenzione quindi al materiale utilizzato per le operazioni di pulitura.

Per cui continua a leggere per scoprire cosa deve utilizzare la signora Maria:

·      Utilizza un panno imbevuto d’acqua 

Raccogli la zanzariera plissettata SharkNet quasi completamente, lasciando giusto una 20ina di centimetri di rete e comincia a passare dall’alto verso il basso il panno imbevuto. Lasciala asciugare e il risultato finale sarà una pulizia perfetta e il passaggio d’aria sempre costante come se la zanzariera fosse nuova di zecca!

Ovviamente questo processo non può essere fatto con le zanzariere a tagliola visto che questo obsoleto prodotto o va completamente chiuso o completamente aperto… la libertà di decisione è completamente pari a zero.

Questo purtroppo va a causare:

  • Scarsa pulizia e senso di sporco di tutta la casa;
  • Carcasse di insetti che si vanno a depositare dentro il “tubo” dove si raccoglie la rete a causa del movimento a scatto;
  • Rottura del sistema di movimentazione a causa della polvere (e non solo) accumulata.

Adesso che hai compreso tutti i vantaggi della zanzariera plissettata anche nella facilità della sua pulizia, non esitare a contattarci per richiedere informazioni sul modello che fa maggiormente al tuo caso.

2 commenti a “Come pulire la zanzariera plissettata? Finalmente la risposta”
  1. Elisanna ha detto:

    Buona sera ho installato 9 squalo net in porte e finestre nonché anche una enorme in una porta finestra nel salone..possibile pulirle con il vapore da dentro verso fuori??? Avendo giardino intorno si impolverano parecchio. Grazie. Anna

    1. Marco Marcantoni ha detto:

      Buongiorno Elisanna,
      Per quanto riguarda il vapore si, si può usare, ma la procedura più semplice è quella che trovi nell’articolo

      A presto!

Vuoi commentare?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiesta informazioni

    Richiedi un preventivo